Porvoo: la città in legno

español⌋  ⌈français⌋  ⌈english

Agli inizi di marzo, una cara amica finlandese ed il suo ragazzo hanno invitato me ed il mio amico Martin a passare un pomeriggio insieme nella piccola città di Porvoo. Questa città si trova a circa un’ora dal centro di Helsinki. È una delle sei città della Finlandia fondate nel Medioevo, quindi il materiale della maggior parte degli edifici del centro storico è il legno

Nonostante la freddissima temperatura, circa -15 °C, il sole rendeva il clima molto piacevole per camminare sul fiume ghiacciato. Generalmente le temperature di congelamento nel periodo invernale sono d’abitudine per i finlandesi. Tuttavia, i passanti finlandesi erano estremamente felici —e non lo negherò, anch’io— poiché da alcuni anni l’inverno non è troppo freddo, con poca neve e molte giornate grigie. Come si può ben apprezzare, è molto piacevole vedere il sole dopo tanti giorni di buio. È anche molto gratificante sapere di poter camminare su di un fiume, sotto un ponte, e persino andare in bicicletta, e perché no, fare un buco nel ghiaccio e sederti a pescare.

Porvoo-March 03, 2018-17

Porvoo-March 03, 2018-27

Porvoo-March 03, 2018

Nel caso vi chiedeste come sapere quando è sicuro camminare sull’acqua ghiacciata e quando no, allora siamo in due, e la verità è che non si può mai sapere con certezza. L’unica cosa certa è che lo spessore del ghiaccio deve essere preferibilmente maggiore di 7 cm; se mai succedesse di cadere, l’importante è non mettere la testa sott’acqua. Nel mio caso, io seguirei sempre il consiglio della mia amica che dice: “Se noti più persone camminare sull’acqua, allora fallo anche tu”. Ma questa volta non mi sono preoccupata così tanto perché dopo una settimana con temperature a -30 °C(!!), non credo vi fosse alcun rischio.

Porvoo-March 03, 2018-16

Porvoo-March 03, 2018-15Porvoo-March 03, 2018-23.jpg

Porvoo-March 03, 2018-21.jpg

Porvoo-March 03, 2018-26

Gli argini del fiume sono pieni di tante case in legno dipinte di rosso. Indagando ho scoperto che il colore è dovuto a due ragioni: una storica ed una chimica. La vernice di color rosso ocra fu utilizzata alla fine del XVIII secolo per dipingere i magazzini (oggi case e boutiques) in onore della visita del re Gustavo III di Svezia. Le case dipinte erano solo quelle che si trovavano sul camino del re. Inoltre, il colore ocra, prodotto con un minerale proveniente dal terreno di quell’area, serviva a proteggere il legno dal vento, dal sole e dall’umidità. Questo era importante per mantenere freschi tutti i prodotti conservati nei magazzini.

La cattedrale di Porvoo è forse il posto storico più importante della città. Ha più di 800 anni e col tempo ha subito molti incendi e ristrutturazioni. L’incendio più recente è quello di maggio 2006, quando un folle ha deciso di incendiarla. Il tetto, costruito interamente in legno, è stato completamente distrutto, ma poi ricostruito e può essere ammirato ancora oggi. Avrei tanto voluto fare una bella foto della cattedrale, ma in quel momento avevo molto freddo e l’unica cosa che le mie dita desideravano era tenere una tazza di cioccolata calda tra le mani; ciononostante si può notare in lontananza nella foto qui sotto.

Porvoo-March 03, 2018-32Porvoo-March 03, 2018-35Porvoo-March 03, 2018-38Porvoo-March 03, 2018-37

Ho visitato Porvoo almeno tre volte, ma mai con neve, sole e temperature gelide allo stesso tempo. In tutta onestà mi sono innamorata di Porvoo così. La neve dava un tocco così accogliente a tutte le case e ho adorato tutte le piccole casette (come per bamboline) che scoprivo mentre giravo nei dintorni. Nel centro storico colorato ci sono anche molte boutique di design, ristoranti e café che possono rendere la vostra visita più calorosa ed accogliente. Porvoo è una città che vive lentamente, dove si può percepire la vera Finlandia, quella dove la casa, il design, la natura e la tranquillità vivono in armonia.

Porvoo-March 03, 2018-39Porvoo-March 03, 2018-40Porvoo-March 03, 2018-42Porvoo-March 03, 2018-41

La città, pur essendo così piccola vale la pena visitarla almeno nell’arco di una mattina o di un pomeriggio se si visita Helsinki.

SaveSave